FONDO RENZO BRANDONE

Il fondo Renzo Brandone si configura come un vero archivio d’impresa in quanto non è costituito dalla sola eredità del “prodotto” ( i beni materiali realizzati ai fini commerciali), ma anche dalla completa documentazione aziendale.

Allo scopo di conservare e valorizzare la memoria del comparto manifatturiero della moda, la Fondazione Fashion Research Italy ha acquisito il patrimonio aziendale di Silkin, noto converter milanese di proprietà di Renzo Brandone. Tale acquisizione, denominata Fondo Renzo Brandone, è costituita da 30.000 disegni di textile design su carta e tessuto e da 5.000 volumi di settore, oltre che da un consistente nucleo di disegni antichi e tessuti provenienti da tutto il mondo, acquistati come materiali di ricerca. Esso è oggi consultabile grazie a una rigorosa campagna di inventariazione e catalogazione digitale, che ne assicura una navigazione innovativa e funzionale attraverso 51 macro aree e circa 600 sottocategorie collegate.

Più di recente, gli Archivi della Fondazione sono stati oggetto di una donazione che ne ha costituito il secondo fondo: parte dell’archivio aziendale del brand Emmanuel Schvili. Ai due fondi si è aggiunto, in ultimo, il database “Fashion Photography Archive”, un progetto nato per raccontare, attraverso le campagne di advertising, la storia della comunicazione d’immagine di alcune importanti aziende del settore.

Gli archivi fisici e digitali di FRI hanno, dunque, il compito di conservare e diffondere il patrimonio del Fashion System, mettendo al servizio dell’impresa e della comunità la memoria storica del saper fare.

 

FONDAZIONE RENZO BRANDONE

FONDAZIONE FRI – FASHION RESEARCH ITALY
via del Fonditore 12 – 40138 Bologna (BO)
T. +39 051 220086

sito web